Domini

3 consigli per scegliere un dominio internet

Le strade per scegliere un dominio sono infinite. O forse no: bastano poche regole per capire quale può essere un nome ingaggiante per gli utenti e per i motori di ricerca. Certamente dovrai scontrarti con la disponibilità del dominio, ma proprio per questo quando pensi al marchio devi parallelamente considerare la possibilità che tu non possa bloccare un dominio corrispondente.

Abbiamo già parlato di marchio e dominio: leggi qui

Il primo consiglio che ci sentiamo di darti quindi è quello di pensare a più di un nome, ne bastano 3, di cui verificare, non appena ne sarai convinto, la relativa disponibilità sui provider. Ma come arrivare a questi 3? 

In questo articolo trovi 3 consigli per scegliere un dominio internet che da un lato accontenti la logica del tuo progetto e dall’altro sia identificativo per i motori di ricerca.

Scegli un nome di dominio breve e facile da scrivere

Scegliere un dominio che sfrutta delle parole chiave precise è la strategia più corretta per i motori di ricerca, ma forse quella meno creativa. Usare parole chiave nella url, infatti, aiuta l’ottimizzazione SEO ma ricorda che, anche se dovessi scegliere un dominio internet contenente delle parole chiave, devi essere il più conciso possibile.

In questo caso hai due opzioni:

  1. dominio a chiave esatta (EMD): dominio che contiene solo le parole chiave o frase commerciale per le quali stai ottimizzando la SEO del tuo sito, ad esempio giocattolirossi.com
  2. dominio a chiave parziale (PMD): dominio che contiene parte delle parole chiave, o tutte ma con altre parole, ad esempio giochibambini.com

Ti immagini un dominio “negoziodigiocattoliusatiedintorni.it”? Praticamente illeggibile! Un nome di dominio breve è più facile da ricordare e ti evita errori di battitura da parte degli utenti che, giustamente, potrebbero cercarti direttamente e sbagliare qualche lettera. Questo comporta una notevole perdita in termini di traffico e, nel caso di un e-commerce, di entrate.

Inoltre scegliere il dominio di un sito dovrebbe farti pensare ad una soluzione facile da scrivere e da pronunciare. Meglio evitare un nome di dominio troppo complicato, anche se può sembrare una scelta originale. Inoltre, evita trattini, trattini bassi o numeri, a meno che non siano strettamente necessari.

Scegli un nome di dominio unico e brandizzato

Il caso più creativo, che consente un’identificazione vera con il brand, è quello di scegliere un dominio brandizzato. Il dominio infatti non contiene le parole chiave ma il nome del brand o del business, ad esempio negoziodisogni.com. 

Se ancora non hai scelto il dominio internet per il tuo e-commerce la scelta migliore potrebbe essere quella di scegliere un dominio brandizzato, sempre che tu non voglia cavalcare l’onda della SEO a tutti i costi.

Tieni conto che avrai tantissime altre occasioni di ottimizzare il tuo sito per la SERP, la url è solo uno dei fattori che incide sul posizionamento e di certo non l’unico. Inoltre, scegliere un dominio brandizzato ti aiuterà a creare una brand identity, quindi sarà più memorabile per i clienti. Da qui possiamo dire che si tratta della soluzione più creativa.

Suggerimento prezioso: per assicurarti di ricevere anche il traffico degli utenti che potrebbero commettere errori di battitura, in quanto il dominio brandizzato potrebbe comprendere combinazioni di parole non “naturali”, considera l’idea di acquistare i domini che contengono errori di battitura del tuo nome. 

Scegli un dominio internet che ti permetta di espandere il tuo e-commerce

Nel caso di un negozio online, devi considerare che quanto più sarai specifico nello scegliere un dominio tanto più limitate saranno le tue possibilità di espansione future del business. Ad esempio, mettiamo il caso che ora tu abbia un negozio online di giocattoli che registri come negoziogiocattoli.com, ma che tra 2 anni inserirai in catalogo anche prodotti per l’igiene dei bambini. Il sito web sarà indicizzato per le ricerche sui giochi per bambini e questa nuova categoria di prodotti potrebbe essere penalizzata.

Evita quindi i nomi di dominio che potrebbero limitare future evoluzioni del tuo negozio online. Potrebbe sembrarti un dettaglio poco importante, ma un dominio non pertinente rischia di attirare visitatori non interessati e il tuo e-commerce finirebbe per essere penalizzato da Google a causa della scarsa rilevanza.

Potresti pensare, in tal caso, di creare un nuovo dominio in futuro su cui convergere l’intero store, ma questa è una mossa molto rischiosa: potresti perdere il traffico generato con tanta fatica fino a quel momento e senza importanti investimenti in visibilità il processo per Google sarà molto lungo.

Conclusioni

Come hai visto, ci sono essenzialmente due strategie per scegliere un dominio: una che strizza l’occhio alla SEO l’altra alla brand identity. Non ce n’è una migliore dell’altra e non è detto che tu non possa trovare un compromesso per entrambi: quello sì che sarebbe un colpaccio! Ricorda però la cosa più importante: verifica sempre la disponibilità del dominio prima di creare qualsiasi altro prodotto con il nome da te scelto.

Hai trovato un nome fortissimo per il tuo sito? Controlla se c’è il dominio!

Mostra altro
Back to top button